Tennis in ufficio?

Tennis in ufficio?

3 consigli per alleviare le tensioni muscolari

Certo, avvicinando due scrivanie e montando un’apposita rete si può portare il tennis da tavolo o ping pong anche nei break in ufficio…Perchè no?!

Ma non è questo quello che intendevo con il titolo di questo post.

Con una/due palline da tennis (meglio per iniziare se sgonfie e in commercio troverete anche queste) potrai eseguire tre semplici esercizi a prova di pigro. Ti saranno utili per mantenere i muscoli più elastici e contrastare le tensioni e i dolorini che possono insorgere quando stai a lungo seduto.

1.    …PER LE GAMBE

Quando sei seduto le tue ginocchia sono piegate e di conseguenza i muscoli posteriori della coscia (i femorali) sono in uno stato di accorciamento. Il protrarsi di questa situazione può portare ad una perdita di elasticità. Posiziona la pallina tra la coscia e la sedia sedendoti sopra per circa 2 minuti. Questa sorta di massaggio aiuterà i tuoi femorali a non irrigidirsi e potrai percepire la sensazione di leggerezza una volta tolta la pallina o nel momento in cui ti alzerai in piedi. Puoi eseguire questo esercizio prolungando il tempo a tuo piacimento spostando la pallina lungo tutto il percorso dei femorali.

 

2.   PER LA SCHIENA

Infila 2 palline da tennis in un calzino che non usi più, chiudilo con un elastico e taglia la parte del calzino eccedente. Bene, hai appena creato un utile strumento per automassaggiarti! Ora posizionalo tra la schiena e la sedia, all’altezza della zona dorale, (il tratto che va dalla base del collo fino a circa il centro della schiena), mettendo questa doppia pallina a cavallo della colonna. Adagiati poi sullo schienale della sedia e mantieni la posizione per almeno 2 minuti. Con questo esercizio, come per i femorali, otterrai la stessa sensazione di leggerezza e potrai percepire una volta terminato l’esercizio un allentamento delle tensioni sull’intera colonna.

Puoi spostarlo lungo al colonna, aumentando il tempo a piacere, per ogni zona che andrai a trattare.

 

3.    PER I PIEDI

Anche il piede giustamente vuole la sua parte!… visto che quando sei  in ufficio è quasi sempre fermo tutto il giorno. Devi sapere che il piede viene chiamato anche secondo cuore, poichè tra le varie funzioni che ha c’è quella di agire come una vera e propria pompa che aiuta a riportare il sangue venoso verso l’alto, per essere riossigenato ed evitare ristagno e cattiva circolazione. Tutto questo accade quando stimoli i muscoli della volta plantare adeguatamente, camminando ad esempio sufficientemente durante la giornata. E se non lo facessi? Beh sicuramente non sarà la soluzione risolutiva ma per sfruttare al meglio il tempo che passi seduto in ufficio puoi stimolare il piede togliendoti (quando si può) le scarpe e posizionando la tua pallina tra la pianta e il suolo. Sbizzarrisciti ora con tutti i movimenti che conosci del piede e della caviglia, avanti/dietro – destra/sinistra – rotazioni ecc. per un tempo a piacere. Scommetto che se ascolti adesso i tuoi piedi ne sentirai delle belle!

Giorgio Mottini

Founder, training e coaching “Eukinetica: star bene lavorando”

No Comments

Scrivi un commento